Le bevande

Il caffè è coltivato sulle montagne africane. Il trattamento a cui viene sottoposta la raccolta dei chicchi di caffè è diverso da quello a cui siamo abituati: non vengono miscelate qualità diverse e il caffè viene poco tostato ma è un sicuramente saporito e gustoso.


Anche il tè viene prodotto in Kenya ed è di ottima qualità. Gli africani preferiscono berlo fortissimo, con molto zucchero e molto latte.
La birra è anch’essa di fabbricazione locale: è buona e costa molto meno di quella importata.

A tavola si può bere acqua locale potabilizzata in bottiglia chiusa, acqua minerale locale oppure acqua minerale importata. Ovviamente i tre tipi di acqua presentano costi diversi tra loro.
Si può ordinare a tavola anche il vino, avendo però presente che è una bevanda costosa. Localmente viene prodotto un unico tipo di vino, il dodoma rosé, di scarsa qualità. Gli altri vini sono costosi perchè tutti di importazione: da quelli europei agli australiani. Costano poco meno i vini provenienti dal Sudafrica.

Il Kenya presenta una produzione locale di super alcolici. Con la canna da zucchero producono la grappa Kenya cane, con il caffè producono il Kenya coffee, con l’orzo producono il Konyaghi, che è un brandy. Altri liquori locali sono il marula e l’ afrikoko.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. - maggiori dettagli.

Navigando in questo sito accetti l'uso di cookie.