Escursioni

Il Kenya, un tempo, era la meta preferita di nobili o ricchi borghesi, o degli appassionati alla caccia grossa. Ma il Paese ha saputo trasformarsi completamente, a partire dagli anni della sua dichiarazione di indipendenza. I governi che da allora si sono succeduti hanno mirato alla salvaguardia dell’enorme patrimonio naturale di cui il paese è felicemente dotato e, se pur lentamente, hanno predisposto capitali e strutture ricettive per un turismo di amanti della natura, di persone che vogliono visitare ambienti incontaminati.

Il Kenya offre vacanze stupende, ma è importante effettuare una pianificazione accurata della propria vacanza.

Gli amanti della natura possono programmare la visita-safari a uno dei tanti parchi nazionali che sono tutti superbi per ricchezza di fauna, incontaminata e autentica. E’ bene che questa visita sia organizzata da una delle tante agenzie, che mettono a disposizione dei turisti tutta la loro esperienza: dai permessi necessari, alla sistemazione in alloggio all’interno del parco, ai mezzi di trasporto, alla guida, alla scorta di sicurezza, … L’agenzia può essere italiana come anche keniana, perché tutte garantiscono la sicurezza del turista. Rimane l’imbarazzo della scelta del Parco da visitare. Sono tutti talmente belli e “speciali” che la scelta è veramente difficile: di solito la scelta cade sul parco più prossimo al luogo della struttura alberghiera prescelta.

Si sceglie anche una visita a una Riserva marina, o “safari blu”. Queste mete di solito vengono scelte sul luogo perché sono meno impegnative, trattandosi di una escursione di una intera giornata con tragitto in barca e pranzo a base di fantastiche grigliate di pesce!

Poi la spiaggia: se uno vuole sfuggire al freddo inverno, la scelta delle spiagge del Kenya è perfetta. Attraverso questo sito o da uno dei tanti dedicati al Kenya, si può scegliere l’albergo – tutti con ottimo servizio - o il villaggio turistico organizzato, appoggiandosi ad una delle tante agenzie, che prenota il posto in aereo e l’accoglienza al turista. Poi sul luogo si possono scegliere tante escursioni con visita alle coste, alle isole o alle riserve interne. Tutte le località costiere sono ben attrezzate e tutte godono dell’incanto dell’Oceano Indiano.

Per gli amanti della montagna invece, il Kenya offre le sue cime spettacolari e i suoi panorami incontaminati. Si può programmare la breve passeggiata ai piedi di un versante, la escursione impegnativa o la vera scalata con attrezzi adeguati. Le infrastrutture sono adeguate e le possibilità di scelta sono tantissime. Anche qui è necessaria l’organizzazione accurata prima della partenza, sia per la scelta logistica dell’albergo sia per l’attrezzatura. E’ bene ricordare anche che esistono molte compagnie aeree private che svolgono la funzione di taxi per spostamenti interni, da prenotarsi attraverso le agenzie locali.

E’ possibile praticare anche molti altri sport: dal rafting agli sport nautici, dal golf al tennis alla pesca. Logicamente è proibito praticare la caccia!

Per tutti i turisti, infine, si raccomanda l’uso del binocolo e della macchina fotografica, per cogliere la bellezza superba degli ambiente, della flora e della fauna in fotosafari: fiori mai visti, alberi giganteschi, uccelli e farfalle variopinte, pesci luccicanti e coloratissimi, isolette fantasma, tramonti di fuoco, danze tribali, …

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. - maggiori dettagli.

Navigando in questo sito accetti l'uso di cookie.