Sport acquatici

Moltissimi amanti degli sport acquatici scelgono il Kenya come meta per trascorrere delle vacanze all'insegna dello snorkeling e delle immersioni subacquee anche se fino a qualche anno fa non era così.

Negli ultimi anni proprio per accontentare i sub più esigenti, ha preso piede il famoso safari subacqueo che viene svolto soprattutto presso il Parco Nazionale Marino di Watamu, dove la barriera corallina è molto vicina alla costa.

 

In questa zona è possibile ammirare meravigliosi giardini di corallo animati da una foltissima vita marina, tra cui i pesci pappagallo e i pesci chirurgo.

snorkeling-kenya.jpg

Nelle vicinanze vivono alcuni esemplari della tartaruga marina verde, pesci angelo, murene e barracuda che possono essere avvistati anche dalle persone meno esperte in quanto i fondali si presentano anche con basse profondità.

La zona presenta fondali anche molto profondi e nelle vicinanze del Nyulli Reef è molto probabile poter ammirare tartarughe azzannatrici, barracuda, rari squali zebra ed enormi labri napoleone.

Sempre all'interno del Parco vivono enormi branchi di pesci angelo e pesci farfalla e nelle grotte di Wuma che si trovano nella zona vicino a Kilifi Creek, i sub più esperti avranno l'opportunità di avvistare lo spettacolare squalo balena.

A sud di Mombasa, c'è poi la Riserva Marina di Kisiite Mpunguti. che offre le maggiori probabilità di avvistare alcune delle più grosse mante della costa orientale dell'Africa.

Certamente tutti i parchi marini offrono la possibilità di effettuare snorkeling ed ammirare fondali ricchissimi di corallo molto colorato; un'altra ottima escursione sia per le immersioni che per lo snorkeling è quella sull'isola di Wasini

In Kenya è possibile praticare sport acquatici durante tutto l'anno tranne nei mesi di aprile e maggio a causa della stagione delle pioggie.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. - maggiori dettagli.

Navigando in questo sito accetti l'uso di cookie.