• Racconti 1

Le nostre vacanze in Kenya

É da molti anni che mia moglie ed io sogniamo di andare in Africa, ed alla fine ci siamo riusciti: lo scorso natale infatti ci siamo regalati una bellissima vacanza a Malindi!

Siamo riusciti a prenotare solo in novembre, perdendo le varie offerte che fioccavano durante l'estate, ma l'hotel che abbiamo scelto, il Melinde Resort, era sufficiente economico da non farci rimpiangere troppo gli sconti persi.

L'arrivo a Mombasa è stato un po' traumatico: il lungo viaggio, il caldo pazzesco e le strade sterrate ci hanno sardinia_2_-_malindi_kenya.jpg frastornato un po' ed abbiamo speso il primo giorno cercando di riprenderci gironzolando per il mercatino di Malindi.


Il Melinde Resort è un hotel abbastanza spartano ma lo staff compensa alla grande qualche piccola carenza strutturale. Unica nota veramente negativa è stata lo scoprire che la spiaggia dell'hotel non era praticabile: un fiume nelle vicinanze scarica tonnellate di terra rossa ed alghe, rendendo il mare di un colore marrone rossiccio. La spiaggia più vicina è quella del Parco Marino di Malindi, ad una quindicina di chilometri di distanza da percorrere in taxi.


Come prima escursione abbiamo optato per il Safari Blu che ci veniva proposto di continuo dai beach boys del parco marino, quasi sempre affidabili e onesti. Il safari consiste in un giro in barca tra la barriera corallina e qualche atollo di sabbia che affiora solo durante le fasi di bassa marea. La più suggestiva è sicuramente Sardinia 2, un atollo particolarissimo, nel bel mezzo dell'Oceano indiano, dai colori indimenticabili. Li abbiamo pranzato con del riso al cocco, con delle aragoste e con bistecche di barracuda, cotto alla griglia dai bravissimi beach boys.


La vigilia di Natale ha piovuto un po' e quindi abbiamo deciso i sfruttare l'animazione offerta dal Melinde Resort, una serata davvero travolgente: una cena a base di enormi aragoste, il tutto condito da canti e balli.
A Natale siamo riusciti ad assistere alla messa in una chiesa cattolica di Malindi. La vastissima comunità cattolica locale ha reso la celebrazione un qualcosa di unico: bambini che danzavano, un gruppo di coristi in costume ed infine il vescovo che ha celebrato l'intera messa in Swahili; davvero emozionante.
Il giorno dopo, a seguito di una breve visita alla fabbrica del legno ed al mercatino di Malindi, siamo andati ad una battuta di pesca organizzata dai beach boys: su un loro catamarano a vela abbiamo pescato una quantità incredibile di pesce, divertendoci come pazzi.

spiaggia_watamu_kenya.jpg
Un altro posto che ci è rimasto nel cuore è il Che Chale, una spiaggia dalla sabbia dorata, dovuto alla presenza di particolari minerali dai riflessi dorati.
Tra le altre escursioni più interessanti c'è sicuramente quella all'isola di Robbinson Crusoe, un atollo circondato da acqua di mare e da una vegetazione di mangrovie, e quella ad un vecchissimo Baobab di addirittura 500 anni, trenta metri di circoferenza, da non crederci!


Ma la spiaggia che vi consigliamo è sicuramente quella di Watamu, un posto magico ed incantevole. Le fasi della marea trasformano continuamente il panorama rendendolo irriconoscibile. La cornice di quel mare limpidissimo e di quella sabbia purissima ripagano da soli il costo dei biglietti!
Che altro dire... ci torneremo sicuramente!

 

Francesco e Patty

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. - maggiori dettagli.

Navigando in questo sito accetti l'uso di cookie.